mercoledì 28 gennaio 2015

martedì 27 gennaio 2015

Putin: Nel 2014 la Russia ha esportato più di 15 miliardi ($) di armamenti in oltre 60 Nazioni

27 Gennaio 2015

Oggi durante una riunione con la Commissione per la Cooperazione Militare e Tecnologica, il Presidente Vladimir Putin ha reso noto che la Russia, nel 2014, ha esportato più di 15 miliardi (valore complessivo espresso in dollari) di prodotti militari in più di 60 paesi esteri. Egli ha inoltre aggiunto che sono stati firmati anche nuovi contratti per un valore complessivo di 14 miliardi.

Il Presidente ha osservato che la Russia è un partner affidabile nel mercato globale degli armamenti e non collega l'adempimento dei suoi impegni con l'attuale situazione politica.

Secondo Vladimir Putin, la Russia espanderà la propria presenza sui mercati nella vendita di armi in Asia, Africa e America Latina.

"La Russia espanderà la propria presenza su tali mercati, come nella regione dell'Asia e del Pacifico, il continente africano, l'America Latina e il bacino dei Caraibi.", ha detto testualmente Putin.

"Le nuove sfide e le minacce odierne costringono molti paesi a cambiare le loro dottrine militari ed aggiornare le loro forze armate nazionali.", ha specificato Putin durante la riunione.

---

Medvedev: La decisione di abbassare il Rating Economico della Russia è chiaramente politica

27 Gennaio 2015

Il Primo Ministro
della Federazione Russa
Dmitry Anatolyevich Medvedev
Il Primo Ministro russo, Dmitry Anatolyevich Medvedev, oggi ha denunciato che la decisione dell'Agenzia di Rating "Standard & Poor" di abbassare il rating della Russia è chiaramente una mossa politica.

"Che cos'è se non una decisione politica?! Certo, ci passeremo sopra, ma è molto male, dal momento che rende difficile la situazione nel paese e, sarò franco, nel mondo.", ha detto testualmente Medvedev.

"Tutte queste valutazioni, di cui tutti parlano, è ovvio che sono uno strumento politico nella sua forma più pura." ha detto Medvedev. "E non lo dico solo perchè queste decisioni sono state applicate alla mia Patria.", ha aggiunto, mettendo in discussione il meccanismo con cui si formano queste valutazioni.
 

---

Conversazioni telefoniche con Angela Merkel e François Hollande

27 Gennaio 2015

Il Presidente della Russia e Comandante in Capo delle Forze Armate Russe, Vladimir Vladimirovic Putin, in questi giorni ha avuto delle conversazioni telefoniche con il Cancelliere federale tedesco Angela Merkel e il Presidente francese François Hollande, per discutere sulla rapida escalation della situazione di crisi nel sud-est dell'Ucraina.

Il Presidente della Russia ha sottolineato che l'escalation è stata causata dalle repressioni violente effettuate dalle autorità di Kiev nella regione del Donbass, ricordando ai Capi di Stato che egli aveva inviato una proposta scritta al Presidente ucraino Petro Poroshenko il 15 gennaio, riguardante il ritiro immediato delle armi pesanti dalla linea di contatto tra le fazioni opposte, che avrebbe impedito il bombardamento degli insediamenti civili e le molte vittime fra i civili. Una risposta formale alla proposta è stata ricevuta solo oggi. Prima di oggi, le azioni militari su larga scala da parte di Kiev sono già iniziate da diversi giorni, con un conseguente
catastrofico peggioramento della situazione nel sud-est ucraino.

Durante le conversazioni, Vladimir Putin ha sottolineato l'importanza di garantire un dialogo politico tra le autorità di Kiev e i Rappresentanti delle Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk, con l'obiettivo di cessare lo spargimento di sangue e di agevolare la soluzione della crisi all'interno dell' Ucraina.


---
 

lunedì 26 gennaio 2015

Vladimir Putin parla delle questioni economiche ai membri del Governo

26 Gennaio 2015

Il Presidente Vladimir Putin ha presieduto una riunione sulle questioni economiche per discutere il piano anti-crisi predisposto dal Consiglio dei Ministri.

All'incontro hanno partecipato: Il Primo Ministro Dmitry Medvedev, il Vice Primo Ministro Igor Shuvalov, i secondi Vice Primo Ministro Olga Golodets e Arkady Dvorkovich, il Ministro delle Finanze Anton Siluanov, il Ministro dello Sviluppo Economico Alexei Ulyukayev, il Capo dell'Ufficio Esecutivo Presidenziale Sergei Ivanov, L'Aiutante Presidenziale Andrei Belousov, il Presidente della Banca Centrale Elvira Nabiullina ed il Presidente della Camera dei Conti Tatyana Golikova.


Parte del discorso del Presidente Putin ai partecipanti all'incontro:

<< Colleghi,

So che il Governo sta lavorando attivamente nel corso degli ultimi giorni sulla messa a punto del piano anti-crisi. Dato il suo nome, "piano anti-crisi", si capisce che si deve prima di tutto garantire la stabilità sociale. Ma possiamo raggiungere questo obiettivo solo se manteniamo parametri economici accettabili, in primo luogo di competenza del bilancio, l'inflazione, il livello del debito nazionale, mantenendo le riserve e così via. In altre parole, questi sono tutti i settori di cui siamo stati giustamente orgogliosi in questi ultimi anni. Questo si chiama stabilità macroeconomica.

Dobbiamo garantire la crescita economica su questa base, e per attirare investimenti privati è una delle sue condizioni. Naturalmente, è imperativo considerare di ottimizzare le spese di bilancio, come abbiamo fatto nel 2008 e 2009, aumentare il finanziamento in alcuni settori e guardare a ciò che può essere fatto per alcuni parametri nella prospettiva a lungo termine - voglio dire, ciò che può essere la priorità. In altre parole, dobbiamo esaminare ancora una volta le nostre priorità.

So che domani, il Primo Ministro ha in programma di approvare questo piano dalla sua risoluzione. Chiedo che si incontri con i deputati della Duma di Stato questa settimana e discuta tutti i parametri di questo piano con loro, in modo da poter raggiungere il massimo consolidamento nel processo decisionale sia al livello esecutivo che legislativo del potere.

Adesso parliamo dei suggerimenti che avete formulato in modo più dettagliato. >>


[...]

---

Visita all'Università Mineraria di San Pietroburgo

26 Gennaio 2015

Il Presidente Vladimir Putin, durante un viaggio di lavoro presso la città di San Pietroburgo, ha colto l'occasione per visitare l'Università Mineraria del paese.


Accompagnato dal rettore dell'Università, il Dott. Vladimir Litvinenko, Putin ha osservato gli ultimi sviluppi del laboratorio dell'università, ha visitato la biblioteca principale, che ha una collezione di più di un milione di libri, tra cui libri rari dei secoli XV-XIX, ed ha visto la mostra del Museo Minerario.


Il Presidente ha inoltre incontrato gli studenti dell'Università e si è congratulato con loro in occasione del giorno di San Tatyana, festa degli studenti russi che si celebra il 25 Gennaio.


L'Università Mineraria detiene lo status di Università Nazionale delle Ricerche. Essa comprende più di 10 centri di ricerca e centri di istruzione e possiede 60 laboratori di ricerca.



---

Congratulazioni al Presidente dell'India, Pranab Mukherjee, ed al Primo Ministro indiano Narendra Modi

26 Gennaio 2015

Il Presidente Vladimir Putin si è congratulato con il Presidente indiano Pranab Mukherjee e con il Primo Ministro indiano Narendra Modi, in occasione della festa nazionale dell'India, la "Festa della Repubblica".

Il Presidente ha detto, in particolare, nel suo messaggio:

"I risultati del vostro paese nei settori economici, sociali, scientifici, tecnologici e culturali sono ben noti. L'approccio attivo della politica estera dell'India sta aiutando a risolvere molte questioni importanti all'ordine del giorno, sia questioni regionali che globali.

Apprezziamo le relazioni che i nostri paesi hanno costruito come partner strategici particolarmente privilegiati. Sono sicuro che attraverso i nostri sforzi congiunti continueremo a sviluppare attivamente il nostro dialogo politico costruttivo e la nostra cooperazione reciprocamente vantaggiosa in tutti i settori. Questo è nell'interesse fondamentale dei nostri popoli amici e contribuisce alla stabilità e alla sicurezza
internazionale.".


---